News
Crollano le frodi con l'acquisto tramite carte di credito. - 03/03/2014
Lo dice il Mef nel rapporto sulle frodi con le carte di credito.

Pagare con carte di credito o bancomat sta diventando sempre più sicuro. Ce lo spiega il Dipartim...Leggi tutto

Cos'è una carta revolving

La carta revolving: cos'è e a cosa serve

Al giorno d'oggi, si preferisce acquistare l'automobile, i prodotti tecnologici e l'arredamento di casa in comode rate mensili, piuttosto che pagare subito l'intero importo e prosciugare il conto corrente bancario. Se fino a qualche anno fa le rate si riferivano quasi esclusivamente al mutuo per l'acquisto della casa, oggi l'interesse per questa opportunità si è allargata anche su cifre decisamente più basse. La comodità di frazionare l'importo del prodotto acquistato in diversi acconti mensili piace a tutti, anche se comporta, chiaramente, l'aggiunta degli interessi che gravano sull'importo anticipato dall'istituto di credito. Inoltre, il grande vantaggio del prestito è quello di poter usufruire del bene immediatamente, in quanto la cifra che vi è stata erogata dall'ente creditizio, servirà per pagare subito la concessionaria o l'attività in cui avete acquistato il bene. Dopo l'acquisto, i soggetti sarete voi e l'istituto creditizio, a cui verserete la varie rate. Tra i diversi tipi di prestito, troviamo la carta revolving.



La carta revolving è  una carta plastificata  simile  alle tradizionali carte di credito, dotata di banda magnetica e microchip, data di scadenza  e codice di 16 cifre che identificano il titolare e l' Istituto di credito che ha emesso la carta.
La carta revolving contiene una riserva di denaro da spendere per acquisti oppure da prelevare e da restituire nel tempo, attraverso singole rate di piccolo importo, secondo le modalità ed i  tempi concordati al momento della stipula del contratto tra il richiedente della carta e l' Istituto di credito.

Si tratta di un vero e proprio prestito, su cui saranno poi pagati gli interessi; è un prestito non finalizzato e quindi l'importo disponibile non è vincolato all'acquisto specifico di un bene o di un servizio.
Il vantaggio principale della carta revolving è quello di avere a disposizione in qualsiasi momento una certa somma di denaro, senza bisogno di avviare più volte una pratica di finanziamento: è  come se fosse un salvadanaio pieno di monete da svuotare in occasione degli acquisti e da riempire nuovamente a determinate scadenze. Si tratta di una vera e propria fonte di denaro alla quale si può attingere ogni volta che  ne abbiamo la necessità  in quanto, pur riducendosi  la disponibilità della carta ogni volta che viene effettuato un prelievo,  il credito viene ristabilito  attraverso il rimborso delle rate che, generalmente, avviene il mese successivo.
Una volta rispettato il limite minimo mensile fissato per il rientro del capitale ottenuto, il cliente è libero di versare qualsiasi somma eccedente al fine di estinguere il debito e, allo stesso tempo, di usufruire di ulteriore denaro.

Il mercato finanziario per l'offerta di carte revolving è piuttosto ampio e le offerte del mercato sono molteplici e diverse tanto che ogni persona può trovare la soluzione che meglio si adatta alle proprie esigenze. Tra l'altro, la  notevole concorrenza stimola gli Istituti di credito a proporre sempre nuovi prodotti  e proposte accattivanti sia per quanto riguarda  il tasso d'interesse applicato sia per quanto riguarda il limite di spesa.  Oltre ai tradizionali Istituti di credito, oggi anche Internet è diventata una vera e propria vetrina in cui migliaia di aziende espongono le loro proposte ed offerte: occorre però stare molto attenti ai tassi di interesse perché  solitamente sono superiori  rispetto ai tassi applicati agli altri tipi di prestito; oltre a ciò è bene tenere nella dovuta considerazione anche  le spese accessorie e le scadenze previste per i rimborsi, le commissioni applicate sulle diverse operazioni, i costi per l'invio dell'estratto conto e tutte le altre spese di importo ridotto che, sommandosi fra loro, possono determinare un notevole esborso di denaro.

Gli elementi ed i parametri fondamentali da valutare e da prendere in considerazione per scegliere il tipo di carta più adatto alle nostre necessità sono:

-  il tetto massimo di spesa

-  il tasso d'interesse applicato

-  le spese necessarie per ottenere la carta

-  la quota annuale da riconoscere alla società che ce la fornisce

-  spese, commissioni ed interessi che potrebbero essere applicati  in caso di ritardi nel rimborso

-  eventuali richieste e/o obblighi di accendere assicurazioni

Offerte Hotel